Le prove INVALSI per le quinte


Il sistema delle prove Invalsi

Decreto Legislativo n.62 del 13.04.2017 - V secondaria di secondo grado

Nel Decreto 62/2017 si fa riferimento a due sistemi di valutazione:

1)     La valutazione scolastica «interna» alla scuola.

2)     La valutazione scolastica «esterna» alla scuola: il sistema delle prove nazionali standardizzate.

Queste due valutazioni hanno funzioni diverse e complementari.

Il decreto a sua volta si richiama a quanto affermato nel DPR n. 275/1999:

Art. 10 (Verifiche e modelli di certificazione)

  1. Per la verifica del raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e degli standard di qualità del servizio il Ministero della pubblica istruzione fissa metodi e scadenze per rilevazioni periodiche. Fino all'istituzione di un apposito organismo autonomo le verifiche sono effettuate dal Centro europeo dell'educazione, riformato a norma dell'articolo 21, comma 10 della legge 15 marzo 1997, n. 59.
  2. […]
  3. Con decreto del Ministro della pubblica istruzione sono adottati i nuovi modelli per le certificazioni

 

La principali novità per il  II ciclo d’istruzione

V secondaria di secondo grado

       Somministrazione prove computer based (CBT) nelle seguenti discipline:

Ø  Italiano

Ø  Matematica

Ø  Inglese

       Prova d’inglese (livello B1 e B2 del QCER) sulle competenze ricettive (reading e listening)

 

 

Trasmissione dei dati e correzione delle prove: la correzione della prova è totalmente centralizzata; la trasmissione dei dati all’INVALSI è automatica e contestuale alla chiusura della prova da parte dello studente (o in seguito all’esaurimento del tempo previsto per la prova).

 

Le prove Invalsi e l'esame di Stato

Le prove sono requisito per l’ammissione all’Esame di Stato, indipendentemente dall’esito (Art. 13, comma 2, lettera b del D. Lgs. 62/2017)

NB. Ai sensi dell’art. 6, comma 3-septies della legge 108/2018 gli effetti dell’art. 13, comma 2, lettera b) del D. Lgs. 62/2017 sono rinviati all’1.9.2019, pertanto per l’a.s. 2018-19 le prove INVALSI non costituiscono requisito di ammissione all’esame di Stato.

L’esito delle prove INVALSI confluisce nel curriculum della studentessa e dello studente in livelli descrittivi (Art. 21, comma 2, del D. Lgs. n. 62/2017) distinti per:

ü  Italiano (6 livelli),

ü  Matematica (6 livelli),

ü  Inglese:

ü  lettura (3 livelli)

 

ü  ascolto (3 livelli)

La prova d'italiano

La prova non è differenziata per indirizzi poiché si riferisce ad ambiti di competenza comuni previsti nei traguardi di tutti gli indirizzi di studio e non fa riferimento ad aspetti specifici di particolari tipologie di scuola. Si tratta di una prova di comprensione del testo e non ha contenuti di storia della letteratura: le domande relative alla riflessione sulla lingua (conoscenze e competenze grammaticali) per l’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado sono organizzate intorno a brevi testi e fanno riferimento alla capacità di utilizzare le conoscenze e le esperienze acquisite per porsi in maniera linguisticamente consapevole di fronte ad essi. Queste domande sono orientate a sollecitare l’osservazione e la riflessione sui nodi linguistici ritenuti più significativi e necessari alla corretta decodifica dei testi.

 

La struttura della prova d’Italiano

ü   7 unità di comprensione del testo

ü   1 unità di riflessione sulla lingua

ü   7-10 domande per unità

ü   Testi narrativi, argomentativi, espositivi, regolativi, continui, non continui, ecc.

ü   Testi con ampia varietà di contenuti

ü  Lunghezza dei testi: la lunghezza di ogni testo può variare, in ogni caso   tale parametro viene tenuto in considerazione in fase di composizione della prova, in modo tale da garantire un’equità delle diverse prove proposte agli studenti. 

 

Ø  DURATA:

ü   120 minuti (prova standard)

ü   135 minuti (prova con tempo aggiuntivo per allievi disabili o con DSA)

 

 

Ø  ESITI (in base all’art. 21, c. 2 del D. Lgs. n. 62/2017): su scala unica articolata in 5 livelli descrittivi più un ulteriore livello iniziale per individuare gli allievi che non raggiungono il primo livello (gli esiti saranno restituiti mediante una scheda con una struttura analoga a quella per la III secondaria di primo grado)

La prova di matematica

L’insegnamento della Matematica nella scuola secondaria di secondo grado presenta elementi di differenziazione più rilevanti rispetto all’Italiano e all’Inglese, sia in termini di contenuti sia in termini di monte orario. Nelle Indicazioni nazionali/Linee guida sono stati individuati gli elementi di contenuto e di processo comuni a tutti gli indirizzi di studi. Sono stati confrontati gli esiti delle sperimentazioni condotte dal 2014 con quanto previsto dalle Indicazioni nazionali/Linee guida per cercare un riscontro empirico tra il curricolo previsto e quello insegnato.

 

La tipologia dei quesiti:

ü  Domande di manutenzione (M): contenuti fondamentali, in stretta continuità con i traguardi della scuola secondaria di primo grado (grado 8) e del primo biennio della scuola secondaria di secondo grado (grado 10). Esempi: letture di grafici e tabelle, calcolo di perimetri, aree e volumi, percentuali, ordini di grandezza, relazioni lineari fra grandezze, ecc.

ü  Domande di ricontestualizzazione (R): propongono situazioni simili a quelle già incontrate nel grado 8 o 10 (per oggetti di riferimento, contesti, compiti richiesti, ecc.), ma che richiedono l’acquisizione di nuovi strumenti e nuovi contenuti matematici appresi nel corso del secondo biennio. Esempi: la geometria analitica, i modelli esponenziali e logaritmici, le funzioni circolari, ecc.

ü  Domande di analisi matematica (T) (versione per istituti tecnici): l’insegnamento dell’analisi matematica, propedeutica alle discipline professionalizzanti (economia, elettronica, informatica, costruzioni, ecc.) è prevista di norma al quarto anno solo per gli istituti tecnici (ITE e ITT)

ü  Domande di analisi matematica e di approfondimento contenutistico (LS) (liceo scientifico, tutte le opzioni): quesiti per contenuto e livello specifici e caratterizzanti questo percorso di studi. Esempi: geometria nello spazio, calcolo delle probabilità, analisi matematica, ecc.

 

Tre tipologie di prove:

  1. LICEI NON SCIENTIFICI e Istituti professionali con quesiti M e R
  2. Istituti tecnici con quesiti M, R e T
  3. LICEI SCIENTIFICI (tutte le opzioni di liceo scientifico) con quesiti M, R e LS

 

La struttura della prova di Matematica

Ø  DURATA:

ü   120 minuti (prova standard)

ü   135 minuti (prova con tempo aggiuntivo per allievi disabili o con DSA)

 

Ø  PROVE (35-40 domande per ogni tipologia):

ü  Tipologia A: M+R (100%)  (Liceo Classico)

ü  Tipologia B: M+R (80%), T (20%) (Istituti Tecnici)

ü  Tipologia C: M+R (80%), LS (20%) (Liceo Scientifico)

 

 

Ø  ESITI (in base all’art. 21, c. 2 del D. Lgs. n. 62/2017): su scala unica articolata in 5 livelli descrittivi più un ulteriore livello per individuare gli allievi che non raggiungono il primo livello (gli esiti saranno restituiti mediante una scheda con una struttura analoga a quella per la III secondaria di primo grado)

 

La prova d'inglese

Ø  E’ unica per tutti gli indirizzi di studio

Ø  E’ riferita al QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento) quindi riguarda gli aspetti comunicativi della lingua (non lingua settoriale)

Ø  Livello del QCER:

ü   B2 (profilo in uscita previsto dalle IN e LG)

ü   B1

Ø  Competenze testate: comprensione della lettura (reading) e dell’ascolto (listening)

Ø  Esiti (in base all’art. 21, c. 2 del D. Lgs. n. 62/2017) a 3 livelli (distinti per ascolto e lettura):

ü   non ancora B1

ü   B1

ü   B2

 

La struttura della prova d’Inglese

Lettura (reading):

ü   3 task B2

ü   2 task B1

ü  testi narrativi, argomentativi, espositivi, regolativi, continui, non continui, ecc.

ü  testi con ampia varietà di contenuti

Ø  DURATA:

ü   90 minuti (prova standard)

ü   105 minuti (prova con tempo aggiuntivo per allievi disabili o con DSA)

Ø  TASKS:

ü  B1: lunghezza dei testi fino a 350 parole

ü  B2: lunghezza dei testi fino a 600 parole

Ø  DOMANDE: 35-40 item

 

Ascolto (listening):

ü   3 task B2

ü   2 task B1

ü  monologhi e dialoghi: interviste, conferenze, conversazioni, estratti di documentari, notiziari, conversazioni telefoniche, annunci, ecc.

ü  brani con ampia varietà di contenuti

Ø  DURATA (può variare di alcuni minuti in ragione della durata dei file audio di cui la prova si compone):

ü   massimo 60 minuti (prova standard)

ü   massimo 75 minuti (prova con terzo ascolto per allievi disabili o con DSA)

Ø  TASKS:

ü  B1: durata di ciascun audio massimo 4 minuti

ü  B2 : durata di ciascun audio massimo 4 minuti

 

Ø   DOMANDE: 35-40 item

Documentazione